Carla Pugliese ha l’aria da ragazzina. Una massa di capelli enorme le corona il viso.

Lo sguardo vivo ti colpisce subito.

 

Schermata 2015-10-12 alle 16.14.45

 

L’appuntamento è alle 14,30 di un lunedì in pieno centro a Buenos Aires. Non ci eravamo mai visti prima.

Eccola là, vicino al semaforo, che mi aspetta. Che emozione incontrare la nipote di Osvaldo Pugliese. Ci unisce un’abbraccio caloroso come si usa qui e poi andiamo a mangiare una pizza. Al suo telefono continuano ad arrivare messaggi a cui non risponde. Mi rivela che è il suo ragazzo, un tipo molto geloso, di cui è pazzamente innamorata. Carla è una persona molto semplice e dolce. Una volta seduti possiamo cominciare finalmente a parlare di musica e di lei.

La sua famiglia è stata tanto segnata dalla persecuzione politica per le idee del nonno Osvaldo che diceva fra l’altro: “”… donde el trabajo sea una dignidad personal y no un castigo” “…..un mondo dove il lavoro sia l’espressione della dignità personale e non un castigo”. E mi spiega che la sua musica nasce dalla sua anima più profonda che si esprime quando suona il bandoneon. Chi l’ascolta le dice sempre che la sua passione ha qualcosa di magico, trasmette una sensazione di gioia e di umanità.
Ci soffermiamo ad analizzare soprattutto due brani. Il primo è Ostinado.

 

Ascoltalo Adesso

.

.

E’ un brano che le è venuto spontaneo e d’istinto. La musica si alterna fra sospensioni e decisi colori, come nei tanghi di suo nonno Osvaldo. La yumba, ovvero la cadenza ben marcata è una caratteristica fondamentale di questo pezzo.

Carla inserisce un suono che nel tango tradizionale non si usa: è il suono analogico che invade il brano. Sono suoni che ricordano le sigle di Alabarda Spaziale ed il suo eroe Goldrake, cartoni animati che hanno affascinato l’infanzia di Carla e le generazioni degli anni ottanta. Così come tutti i grandi artisti Carla riempie con le sue passioni e i suoi sentimenti le sue opere.
Ma l’opera che più ama è il pezzo Milonga Sola che è un’altra cosa rispetto a tutte le altre sue composizioni.

 

Clicca Qui sotto, è un pezzo speciale che fa ballare anche il Papa:

 

.
E’ un brano che sembra molto antico, pieno di silenzi, ed è ascoltandolo che ci salutiamo augurandoci un nuovo incontro.

 

41Pugliese, famiglia copia 2

Nella foto di famiglia risalente agli anni ’60  in primo piano c’è la presenza pensosa di Osvaldo Pugliese, alla sua destra la figlia Beba e la moglie, la nipote adottata figlia di un suo cugino.

 

A presto Francesco El Actor